ENTRA NELLA COMMUNITY DI TEATRO PER TUTTI!

ENTRA NELLA COMMUNITY DI TEATRO PER TUTTI!

/
/
Lavorare dietro le quinte: Il Costumista

Lavorare dietro le quinte: Il Costumista

Indice dell'articolo

Dopo aver tanto lavorato sull’interpretazione non resta che calare gli attori nei panni dei personaggi. E quale modo migliore se non affidarli alle sapienti mani di un bravo costumista?

Come nel caso dello scenografo anche il costumista lavora a stretto contatto con il regista, proponendo stili e abbigliamento in linea con l’epoca in cui si svolge la storia e comunque in linea con il taglio che il “capo supremo” ha scelto di dare alla storia.

Un conto, infatti, è mettere in scena un testo di Moliere, Goldoni, Wilde restando fedeli all’ambientazione descritta, optando quindi per dei bellissimi abiti d’epoca, tutto fronzoli e broccato.

Un altro discorso è decidere di spostare l’ambientazione in un’epoca diversa, più attuale e con abiti moderni o semplicemente portare in scena uno spettacolo che si svolge ai giorni nostri.

Il lavoro del Costumista è importante sempre.

Il tocco magico del costumista forse risalterà di più nel primo caso, laddove con l’aiuto di acconciature e accessori gli abiti indossati dagli attori riempiranno la scena e gli occhi degli spettatori.

Ma anche dietro abiti di scena apparentemente più semplici, c’è sempre uno studio del personaggio, dell’epoca in cui la piece è ambientata. Studio che, quando presente, viene portato avanti principalmente dal costumista, in accordo con il regista dello spettacolo.

Ma concretamente…cosa fa il costumista?

Intanto è meglio chiarire un concetto: Il costumista non crea i costumi di scena soltanto per le opere ambientate in altre epoche storiche. 

Un costumista è in grado di rinforzare il messaggio di un film, o di uno spettacolo, anche quando è ambientato ai giorni nostri. E soprattutto quando il regista vuole dare alla sua opera un taglio più surreale o simbolico, in cui i costumi di scena giocano un ruolo fondamentale.

Passiamo ora alla fase operativa.

Per prima cosa, il costumista legge il testo dell’opera. 

Deve sapere di cosa parla, quali sono i personaggi, come cambiano nel corso della vicenda…insomma per un costumista il copione è il punto di riferimento assoluto.

Poi, è di fondamentale importanza la fase in cui il regista comunica le sue idee sullo spettacolo o sul film. 

In questa fase è molto più produttivo se il regista si limita a dare la visione d’insieme, lasciando spazio alla creatività e alla competenza dei suoi collaboratori. In seguito, il Costumista inizierà una fase di ricerca e creazione dei primi bozzetti. 

Che siano disegnati a mano, oppure raccogliendo immagini dal web, il costumista crea un book in cui raccoglie tutte le sue idee e i bozzetti per ogni personaggio. Confrontandosi continuamente con il regista il costumista andrà a ritoccare, raffinare e migliorare i suoi bozzetti di scena.

La realizzazione dei costumi di scena

Il costumista passerà alla fase di reperimento dei vari indumenti e accessori. Per farlo potrà attingere a un eventuale deposito costumi della compagnia, oppure si rivolgerà a una Costumeria specializzata.

Sulla base del suo lavoro, i sarti della costumeria realizzeranno materialmente i costumi di scena per gli attori. Supervisiona quindi il lavoro in sartoria. Quando gli abiti sono realizzati, si passa alla prova costumi con gli attori, per assicurarsi che tutto vada bene.

Se il costumista non c’è, non improvvisarti!

Ma se invece ti trovi a lavorare in una compagnia semi professionistica magari non c’è a dispozione un costumista con cui il regista si confronterà.

È probabile che sarai tu stesso, insieme al regista a scegliere gli abiti da indossare!

La scelta degli abiti moderni potrà portarti ad attingere a piene mani dal tuo armadio e cercare direttamente tra le tue cose l’abbigliamento giusto.

Ma in ogni caso, in questa fase è comunque sempre importante e giusto non sottovalutare questo aspetto della messinscena e scegliere ogni abito di scena, avendo ben presente il personaggio che dovrà indossarlo e la storia in cui è inserito.

Un buon abito di scena, anche se moderno e attuale, sicuramente risalterà il lavoro dell’attore.

Al contrario, un abito di scena scelto senza un minimo di studio e di criterio, potrebbe cozzare con il personaggio che l’attore sta portando in scena.

Per esempio, se un’attrice interpreta una ragazza timida, probabilmente è una pessima scelta farle indossare in scena un abito appariscente, dai colori sgargianti. Chi è timido, infatti, probabilmente vuole passare inosservato e si vestirà con abiti ordinari.

Costumi teatrali opera parigi
Dei bellissimi costumi teatrali, esposti al Museo dell’Opera di Parigi

La scelta che consiglio di adottare, se non hai a disposizione un costumista e devi mettere in scena un’opera teatrale ambientata in un’epoca passata, è quella di rivolgersi ad una buona costumeria.

In questo modo, sicuramente non correrai il rischio di mettere addosso agli attori degi vestiti anacronistici.

Inoltre una buona costumeria fornirà certamente alla tua compagnia l’abbigliamento necessario per lasciare il pubblico a bocca aperta e farti calare in un’atmosfera da sogno!

Dai un significato alle tue scelte

Nella tue vicissitudini di spettatore e di attore potrebbe capitarti di imbatterti nel lavoro di un regista all’avanguardia, che punta a spiazzare il pubblico con scelte particolari.

Come lo scenografo può decidere di ridurre la scenografia all’osso, così il costumista può scegliere di far salire sul palco gli attori in maniera del tutto essenziale.

Potrebbe far salire sul palco gli attori con abiti neri e un accessorio colorato, o ancora con abiti scuri e abiti chiari per differenziare due fazioni in lotta e ultimo ma sicuramente di più forte impatto, può scegliere di far denudare gli attori!

Quest’ultima sarà un’immagine che colpirà senza dubbio lo spettatore ma che se realizzata con cognizione di causa e non solo per scandalizzare, rende ben chiara l’idea di far cadere tutte le maschere che indossiamo non solo sul palco ma nella vita di tutti i giorni.

Corsi e stage per scenografi e costumisti.

Se sei giovane e hai per natura una predisposizione per lavori di questo tipo, forse potresti seriamente prendere in considerazione di intraprendere a livello professionistico il mestiere dello scenografo e del costumista.

Avere estro e manualità sicuramente sono un vantaggio, ma a fare la differenza nel campo delle arti è avere una formazione adeguata alle spalle.

Per questo motivo ti consiglio di seguire scuole professionalizzanti o dei corsi universitari appositi, come ad esempio l’Accademia delle Belle Arti.

Se invece fai parte di una compagnia semiprofessionistica o amatoriale e a te sono stati affidati uno o entrambi questi aspetti, potresti provare a frequentare workshop, corsi o stage di perfezionamento, per migliorare le tue competenze.

A volte è possibile che corsi di questo tipo vengano organizzati all’interno di rassegne teatrali e festival. Generalmente si tratta di corsi aperti sia a laureati e studenti del Dams o di facoltà d’architettura, sia a chiunque voglia intraprendere un percorso di questo tipo, pur non  avendo un titolo universitario in questo ambito.

Di seguito ti lascio alcuni link a corsi e stage di scenografia e Costumi:

Questi sono alcuni esempi, ma ci sono molti corsi in tutta Italia.

Ti consigliamo quindi, se vuoi approfondire il lavoro di scenografo o costumista, di fare una ricerca su google e visitare di persona le scuole.

altri articoli interessanti

Chi ha letto questa pagina, ha apprezzato molto i seguenti articoli
Recitare fa bene a tutti. Dal bambino timido a un ergastolano. Ecco come si è diffuso il teatro nelle carceri di tutto il mondo e le sue potenzialità.
La parola è uno degli strumenti principali di un attore. Per emettere correttamente i suoni, in modo che tutto il pubblico capisca cosa stai dicendo, è fondamentale avere muscoli e
Una locandina fatta bene è importantissima per promuovere un evento. Ecco 5 consigli utili per realizzare locandine migliori per i tuoi spettacoli.

Cerca

Cerca tra tutti gli articoli di Teatro per Tutti, compilando il campo qui sotto.

ARTICOLI A SORPRESA

Ti proponiamo due articoli scelti casualmente dal nostro vasto archivio, per scoprire argomenti che non sapevi di voler conoscere!

ENTRA IN TEATRO PER TUTTI

le arti dello spettacolo, spiegate in modo semplice

Per i nuovi iscritti,
subito un coupon sconto del 5%
sul prossimo acquisto
nell'unico Shop online dedicato agli Artisti dello spettacolo!

Il nostro obiettivo è fare in modo che tu non veda l'ora di ricevere la nostra newsletter, non invadere la tua email di spam. Iscriviti senza pensieri, potrai sempre annullare la tua iscrizione tramite un link che trovi in ogni nostra comunicazione.

ULTIMO GIORNO!!!

PER RICEVERE IL TUO ORDINE
ENTRO NATALE,
ti restano

00
Ore
00
Minuti
00
Secondi

Il nostro obiettivo è che tu non veda l'ora di ricevere la nostra newsletter

Dopo esserti iscritto alla Newsletter di Teatro per Tutti, potrai personalizzare le tue preferenze, indicando su quali argomenti vuoi essere aggiornato.